SERVIZIO PAGO-PA GRATUITO

Con nota del 16/04/2020 il Ministro per l’Innovazione ha ricordato a tutti gli Enti obbligati, compresi i Comuni, la scadenza del prossimo 30 giugno per l'utilizzo obbligatorio di pagoPa per ogni tipologia di incasso, senza nessuna esclusione. Dopo questa data i servizi di pagamento alternativi a PagoPa risulteranno dunque illegittimi. La norma stabilisce anche che il mancato adempimento delle Pa incide sulla misurazione e valutazione della performance e comporta responsabilità dirigenziale e disciplinare.

L'articolo 1, comma 8 del Milleproroghe (Dl 162 / 2019) aveva spostato di sei mesi il termine previsto dall'articolo 65, comma 2, del d.lgs. 217/2017, a decorrere dal quale i pagamenti alle pubbliche amministrazioni devono essere effettuati dai prestatori di servizi di pagamento (Psp) esclusivamente attraverso PagoPA.

Ad oggi la maggior parte dei Comuni non ha esposto servizi di pagamento significativi considerate le difficoltà incontrate nell'adeguamento del proprio sistema di incasso alla infrastruttura nazionale PagoPa.

ASMEL attraverso l’apposito protocollo di collaborazione con azienda accreditata Agid, consente a tutti gli Enti soci di richiedere gratuitamente l’attivazione del servizio pagoPA attraverso il Mercato elettronico mepal.asmecomm.it. L’adesione al servizio avviene facilmente lanciando un ODA gratuita con il codice prodotto “pagoPA-2”.

>> Qui la circolare ai Soci 

>> Qui la scheda tecnica del servizio PagoPa

>> Qui VideoPresentazione servizio PagoPa

Per informazioni ulteriori scrivere alla casella mail posta@asmel.eu

torna all'inizio del contenuto
Questo sito web utilizza i cookie
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.