D-DAY DEL 18 OTTOBRE: SULLA PIATTAFORMA ASMECOMM ANCHE GLI ACQUISTI SOTTO 40.000 EURO Il prossimo 18 ottobre entra in vigore l’obbligo di digitalizzazione nelle procedure di gara stabilito dal Codice dei contratti (art.40 del d.lgs. 50/2016).

11/10/2018

La natura inderogabile della prescrizione è stata chiarita in giurisprudenza ancorché differita al 18 ottobre p.v. avvalendosi della proroga contenuta nella direttiva 2014/24/UE (C. St. sez. IV, n.1716/2016 e segg.).

L’obbligo impatta anche su affidamenti diretti, affidamenti di importo inferiore a 40.000 euro, micro affidamenti, procedure negoziate e procedure sottosoglia che rappresentano la parte rilevante, per numerosità, degli affidamenti delle amministrazioni locali.

Al riguardo, ASMECOMM consente da sempre a Enti, Società Partecipate, Unioni di Comuni e Centrali di Committenza di utilizzare - gratuitamente per stazioni appaltanti e operatori economici - i servizi dell’Albo Fornitori e Professionisti online e del MEPAL - Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione Locale - per tutte le procedure per l'affidamento di lavori, servizi e forniture anche sotto i mille euro.

In ogni caso, la piattaforma ASMECOMM consente di gestire gare telematiche di importo inferiore e superiore alla soglia comunitaria, con procedure negoziate, aperte e ristrette e criteri di aggiudicazione a massimo ribasso/rialzo o a offerta economicamente più vantaggiosa. Si tratta di una soluzione già ben rodata dai 1.041 Soci in tutt'Italia e con 2.785 gare bandite per un transato di 1,8 miliardi di euro (vedi Infografica).

Sotto il Video-approfondimento sulle soluzioni operative per i contratti sottosoglia nell’ambito della piattaforma telematica ASMECOMM.

Qui il Video approfondimento

 

DALLE NOSTRE RASSEGNE

torna all'inizio del contenuto
Questo sito web utilizza i cookie
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.