Caos Nota ANCI: gli albi affollati di gare illegittime Tanti comuni accomunati da un improvvido destino: essersi fidati di una nota ANCI che "creava" una deroga alle gare telematiche "autorizzando" le Stazioni Appaltanti ad accettare buste con la chiavetta

05/02/2019

Tanti Comuni ci sono cascati. E non solo loro. Tra le vittime illustri figurano il Comune di Torino Roma Capitale, il Comune di Pompei, quello di Modica, ma anche l'INAIL, varie Province come la Provincia di Ascoli Piceno e quella di Pesaro Urbino, l'Unione Lago Maggiore, l'IACP di Trapani, l'ETAB e la Stazione Sperimentale per l'Industria delle Pelli. Tutti accomunati da un improvvido destino: essersi fidati di una nota ANCI che "creava" una deroga alle gare telematiche "autorizzando" le Stazioni Appaltanti ad accettare buste con la chiavetta USB. Con colpevole ritardo anche ANAC e MIT hanno stoppato la deriva, ma resta il fatto che albi pretori e gazzette ufficiali sono pieni di procedure illegittime ora a rischio ricorso. Magra consolazione dire "ve l'avevamo detto!". La stalla ormai è chiusa, ma i buoi, per questi enti, sono già scappati.

Qui esempi di gare illegittime

Qui il post sulla Busta telematica modello Anci

 

DALLE NOSTRE RASSEGNE

torna all'inizio del contenuto
Questo sito web utilizza i cookie
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.